C.I.S.E. - Centro per l'Innovazione e lo Sviluppo Economico

C.I.S.E. - Centro per l'Innovazione e lo Sviluppo Economico
Azienda speciale della Camera di Commercio della Romagna - Forlì-Cesena e Rimini

C.so della Repubblica, 5 - 47121 Forlì
T. 0543.713311
F. 0543.713319
www.ciseonweb.it
info@ciseonweb.it

Iniziative

Romagna al L@voro - Tradizione Innovazione Solidarietà A.S. 2017/2018

Pubblicato il: 24/01/2018


Romagna al L@voro - Tradizione Innovazione Solidarietà A.S. 2017/2018

Nell’ambito delle attività camerali di sostegno alla transizione dalla scuola e dall’università al lavoro, si inserisce il progetto di formazione e orientamento rivolto ai ragazzi delle scuole secondarie di 1° grado del territorio riminese, in continuità con l’esperienza di successo “La Città dei Mestieri: un ponte tra scuola e impresa”.

A partire dal prossimo anno scolastico il progetto Romagna al L@voro sarà esteso al territorio di Forlì-Cesena.

Formatori e imprenditori conoscitori del tessuto economico locale presenzieranno in classe o in aula magna, con lo scopo di rendere più ricche e articolate le immagini del lavoro, fornendo diversi strumenti di lettura della realtà e contrastando stereotipi.

In accordo con l’Ufficio Scolastico Regionale- Ambito Territoriale di Forlì-Cesena e Rimini sono stati definiti i temi oggetto degli interventi trasversali e seminari con una varietà di attività brevi a carattere formativo messe a punto in base alle singole realtà scolastiche:

·         Orientamento e soft skills

·         I mestieri di domani

·         Turismo e wellness

·         Artigianato digitale e innovativo

Si parlerà e racconterà del nostro territorio, della varietà delle occupazioni e dei settori economici, per meglio riconoscere le caratteristiche essenziali del sistema socio-economico e orientarsi nel tessuto produttivo e professionale di riferimento.

Il lavoro è raccontato da “chi lo fa” per la trasmissione sia dei contenuti professionali sia del vissuto affettivo e dei valori presenti nelle diverse storie d’impresa.

Si vuole inoltre favorire una maggior conoscenza di sé, degli interessi professionali, delle nuove competenze ed abilità personali richieste dal mercato del lavoro per  far conoscere meglio l’offerta scolastica di secondo grado e sviluppare la consapevolezza in merito alle nuove professioni che potranno rispondere ai fabbisogni occupazionali delle imprese, oltre che concorrere all’acquisizione delle competenze chiave per l’apprendimento permanente, attraverso un’organizzazione delle attività collegate con le discipline

L’attività, supportata da materiali strutturati e apposita metodologia didattica, è monitorata attraverso strumenti condivisi e prevede una rilevazione del gradimento e del risultato di apprendimento.

top