C.I.S.E. - Centro per l'Innovazione e lo Sviluppo Economico

C.I.S.E. - Centro per l'Innovazione e lo Sviluppo Economico
Azienda speciale della Camera di Commercio della Romagna - Forlì-Cesena e Rimini

C.so della Repubblica, 5 - 47121 Forlì
T. 0543.713311
F. 0543.713319
www.ciseonweb.it
info@ciseonweb.it

Seminari

Nuovi strumenti di finanza alternativa per la crescita delle Piccole Medie Imprese - Private Equity, Private Debt e Direct Lending, Mini-Bond e Quotazione AIM

Pubblicato il: 03/04/2018


 


Programma Downloads Iscriviti ora



Data: 20/04/2018

Luogo: Camera di Commercio della Romagna - Sede di Forlì - Corso della Repubblica, 5

Descrizione:

Il panorama economico e finanziario è profondamente mutato nel corso degli ultimi dieci anni sia in Italia che nel mondo. La globalizzazione e l’innovazione tecnologica hanno modificato radicalmente i paradigmi economici e i sistemi di finanziamento della piccola media impresa italiana.

In questo contesto, ed oggi più che mai, la piccola media impresa italiana, che ha l’imperativo categorico della crescita, soprattutto sui mercati esteri, deve affiancare al finanziamento bancario fonti di finanziamento alternative ovvero deve sostituire il debito bancario con strumenti alternativi di finanza straordinaria quali: il private equity, il private debt e direct lending, i mini-bond e la quotazione in borsa.

Infatti, il sistema bancario italiano necessiterà ancora di molto tempo per adottare a pieno le soluzioni di ultrapatrimonializzazione che gli consentiranno di continuare nell’erogazione del credito alla piccola e media impresa italiana, risolvendo prima la crescente mole di crediti problematici, non performing loans, e adeguandosi poi ai maggiori requisiti di patrimonializzazione imposti alle banche dagli accordi di Basilea 2 e 3.

Il legislatore è recentemente intervenuto ed ha introdotto nuove norme che permettono alla piccola media impresa italiana di superare la loro cronica sottocapitalizzazione e di acquisire finanza di equity o di debito ricorrendo direttamente al mercato dei capitali non bancari.

Il Seminario è quindi diretto a descrivere ed illustrare i vantaggi che la piccola media impresa italiana può conseguire dall’utilizzo degli strumenti di finanza straordinaria, alternativa a quella bancaria, a supporto della crescita dimensionale, soprattutto sui mercati esteri.

Il Seminario avrà un taglio estremamente pratico e verrà dato ampio spazio per le risposte ai quesiti che perverranno dal pubblico.

I relatori sono professionisti con una lunga e consolidata esperienza nell’ambito della consulenza strategica e specialistica alle imprese.



RELATORI

  • Avv. Enzo Bacciardi, senior partner dello Studio Legale Bacciardi and Partners, specializzato in diritto del commercio internazionale;
  • Avv. Lorenzo Bacciardi, LL.M., managing partner dello Studio Legale Bacciardi and Partners, specializzato in diritto societario transnazionale, operazioni societarie e di finanza straordinaria;
  • Dott. Roberto Ippolito, managing partner di RiverRock Italian Hybrid Capital Fund, esperto in finanza straordinaria d’impresa, consulenza strategica e di direzione, strutturazione di fondi di credito e autore di pubblicazioni su temi di finanza ed economia.

Programma

20/04/2018

Marina Garoia, Capo Servizio Internazionalizzazione e Promozione, Camera di commercio della Romagna Forlì-Cesena e Rimini

Avv. Enzo Bacciardi – Bacciardi and Partners

Introduzione ai lavori.

Il nuovo contesto economico globale.

Dott. Roberto Ippolito – RiverRock Italian Hybrid Capital Fund

Strumenti di finanza alternativa e straordinaria:

  • private equity;
  • private debt e il direct lending;
  • mini-bond;
  • quotazione AIM.

Illustrazione dei criteri per una corretta scelta delle fonti di finanziamento in relazione ai piani strategici di sviluppo della piccola media impresa italiana.

Avv. Lorenzo Bacciardi, LL.M. – Bacciardi and Partners

Illustrazione degli aspetti legali, contrattuali e societari connessi con:

  • l’intervento di un fondo di private equity al capitale della piccola media impresa italiana;
  • il direct lending a favore della piccola media impresa italiana;
  • l’emissione di obbligazioni e/o titoli di debito (mini-bond);
  • la quotazione all’Alternative Investment Market (AIM).

Illustrazione delle procedure tipicamente utilizzate per pianificare e implementare ciascuna delle operazioni di finanza alternativa sopra menzionate.


Per Informazioni

Federica Cardelli
E-Mail: esterofc@romagna.camcom.it
Tel: 0543-713475


Compila on line il form di adesione


Download